BANDO GARA EDILIZIA SCOLASTICA – APRILE 2015

I partiti che governano le Istituzioni devono smettere di predicare bene e razzolare male. A parole, dal Governo al singolo Comune, tutti intendono stimolare le piccole e medie imprese con investimenti pubblici, ma nei fatti questo non avviene!

Il Comune di Città di Castello poteva suddividere l’appalto in lotti conformi alle varie categorie di lavorazioni, ma non l’ha fatto! La suddivisione avrebbe consentito a una platea di piccole e medie imprese molto più vasta di partecipare alla gara in modo trasparente e nel rispetto della legge. Il “Bando di gara mediante procedura aperta per l’appalto dei lavori di riduzione rischio sismico e miglioramento Scuola Primaria La Tina” per 1,2 milioni di euro è signi cativo. Nel bando si legge che “l’intervento prevede lavori di miglioramento sismico delle strutture portanti dell’edi cio 1 e 2, costituito da setti murari ed orizzontamenti in latero-cemento, mediante rinforzi e/o sostituzioni di elementi edilizi (murature, solaio di copertura e solai intermedi) e relative niture connesse, compresa la sostituzione degli in ssi esterni, rifacimento parziale impianto elettrico, adattamenti alle regole di prevenzione incendi e contenimento energetico”.

Ebbene, come prevede la legge, il Comune poteva suddividere l’appalto in “lotti funzionali” al ne di favorire l’accesso alle piccole e medie imprese, invece ha preferito appaltare l’opera unitariamente con il sistema del massimo ribasso. Sistema che costringe le imprese a ridurre al lumicino i pro tti e che, come è noto, attraverso le “riserve” e i “subappalti” si presta alle distorsioni che anche in questi giorni riempiono le pagine dei giornali. A novembre 2015 – Crollano 6 pannelli del controsoffitto della scuola elementare di Cerbara, l’edificio e’ interessato dai lavori di ristrutturazione che si protraggono ormai da tempo, per di piu’ recentemente sospesi, per mancanza di risorse economiche.

E’ la prima pioggia autunnale che fa crollare i pannelli interessati, per fortuna di domenica mattina!…. e poi sostituiti con l’apposizione di lastre di metallo. Si ricorda alla cittadinanza, tramite comunicato stampa, che ad Aprile dello stesso anno, si era chiesto all’Amministrazione massima attenzione e trasparenza per assicurare risultati soddisfacenti, tanto per le imprese che eseguono i lavori, quanto per i risultati dell’opera.