Dopo aver messo in evidenza i disagi patiti dai cittadini a causa della mancata assistenza presso lo sportello di Umbra Acque, leggiamo una replica del presidente Gianluca Carini che è ben lontana dal chiarire la situazione e, soprattutto, dall’annunciare soluzioni. Umbra Acque ha privato gli utenti di uno sportello operativo spostando il “servizio” (le virgolette sono d’obbligo) su canali poco accessibili alla maggior parte dei cittadini, quali il sito e il call center, consapevole che questi mezzi non rispondono efficacemente o tempestivamente a tutte le necessità o problematiche che possono presentarsi. Nonostante gli evidenti limiti Carini applaude al progetto di potenziamento dei canali suddetti e sostiene di aver adeguato il servizio di contatto alle normative introdotte dal Decreto del 29 aprile 1999, il quale prevede l’apertura di almeno uno sportello per provincia. Tale disposizione è, con ogni evidenza, assolutamente insufficiente dal momento che i comuni da servire sono 38 e le utenze 500.000. La motivazione troppo spesso addotta a giustificazione di tali riduzioni di servizio è il contenimento dei costi, ma ciò suona particolarmente fastidioso da parte di una Società partecipata che nella sua gestione presenta numerose anomalie e che ha elevato le tariffe per ben due volte in pochi mesi. Il Presidente dovrebbe spiegare per quale ragione la Società è debitrice di svariati milioni di affitti non versati ai comuni; quale giustificazione ci sia per il riconoscimento di premi di produzione a cinque cifre ai propri dirigenti, quale per esternalizzazioni insensate, investimenti in progettazioni e sistemi informatici superflui e per la subordinazione alle scelte di Acea, una Spa che ha un curriculum niente affatto rassicurante. Intanto i cittadini pagano, il sistema idrico è obsoleto e le Amministrazioni non se ne curano. Non servono dichiarazioni d’intenti e giochi di prestigio di linguaggio, servono azioni intelligenti e persone affidabili al comando, soprattutto nelle Istituzioni.

Marco Gasperi
MU Citta di Castello
Via Mazzini 6